Southeast Europe Atrium European Union

FASE 5

Published in WP

In questa fase si procederà all'identificazione, alla raccolta e alla catalogazione digitale di archivi fotografici, film, testimonianze orali, elementi di arredo e di abbigliamento, oggettistica collegati alle architetture dei regimi totalitari del XX secolo.

La catalogazione digitale sarà un componente chiave per la valorizzazione del potenziale economico di tale patrimonio architettonico e un filo conduttore trans-nazionale virtuale della rotta culturale prevista . Il catalogo transnazionale sarà suddiviso in macro-categorie (quali archivi fotografici, filmati e testimonianze orali) e una categoria specifica sarà dedicata agli elementi del patrimonio  immateriali connessi alle testimonianze architettoniche dei regimi totalitari del '900  (come le tradizioni, abitudini e costumi, cibo, ecc). Gli utenti avranno quindi la possibilità di effettuare ricerche nel catalogo digitale utilizzando diverse  chiave di accesso (per categoria, argomento, paese, ecc.).

Questo materiale digitale sarà disponibile nel sito web di  ATRIUM e sarà  messo a disposizione per consultazione anche da altri organismi con i quali ATRIUM avvierà delle collaborazioni (per es. Agenzie di promozione del turismo, nazionale / regionale, Istituti per la conservazione del patrimonio culturale, singoli o gruppi di hotel interessati a collaborare per la promozione della rotta culturale, ecc.). In questo modo si amplierà il pubblico potenziale del catalogo digitale e sulla base delle informazioni digitali, ogni persona potrebbe organizzare il proprio viaggio personalizzato   lungo la rotta culturale proposta.

Nel corso della realizzazione del progetto ATRIUM, i partner poi valuteranno se realizzare la catalogazione digitale con una modalità  “open space”, prevedendo quindi la possibilità, da parte di tutti gli utenti, di caricare del materiale digitale inedito in qualsiasi momento.

FASE 4

Published in WP

Come comportarsi con il patrimonio “scomodo” del passato  è ancora una questione aperta nei paesi europei dei post-regimi totalitari  (per esempio, la Polonia non ha ancora preso una decisione in merito alla demolizione del Palazzo della Cultura e della Scienza che risale all’epoca di Stalin, malgrado abbia già provveduto a trasformare quelle che in epoca sovietica erano le fabbriche di Nova Huta in un’attrazione turistica). Per questo motivo, é stato prevista in questa fase l'elaborazione di un manuale transnazionale per la gestione, la conservazione, il riutilizzo e la valorizzazione del potenziale economico del patrimonio architettonico emblema dei  regimi totalitari del XX secolo.

Infatti, un numero crescente di persone nel mondo è alla ricerca di esperienze autentiche e memorabile quando si trovano in viaggio, e per una nicchia significativa di visitatori della città tale patrimonio architettonico, emblema dei regimi totalitari, potrebbe rappresentare una forte attrazione.

In particolare, il manuale cercherà di illustrare le potenzialità di questa architettura in termini economici , tenendo presente che negli ultimi anni varie indagini hanno dimostrato che gli amanti del turismo storico-culturale spendono in media di più degli altri viaggiatori. Infatti, a partire dal primo studio sul turismo storico-culturale realizzato dall’Associazione americana dell’industria del turismo – Travel industry Association of America-nel 1977 è confermato che gli amanti del turismo storico-culturale spendono non solo di più ma scelgono soggiorni più lunghi rispetto agli altri turisti. Inoltre, in generale gli amanti del turismo culturale sono i maggiormente disposti a scegliere alloggi a pagamento.

In questa fase si organizzeranno seminari di formazione ad hoc per  politici,  funzionari pubblici e  professionisti,  al fine di consentire loro di attuare le indicazioni del manuale nelle loro pratiche quotidiane.

Il manuale, che sarà suddiviso in 3 sezioni, costituirà anche la base per dare il via a ulteriori ricerche, (in ambito storico, sociologico, architettonico, culturale, ecc), in collaborazione con Università ed Istituti di ricerca, per  promuovere un interesse sull'argomento durevole nel tempo.

FASE 3

Published in WP

Sotto la supervisione e la verifica del Comitato Scientifico,  in ognuna delle aree geografiche coinvolte, saranno individuati casi di studio di notevole interesse per la rotta culturale (edifici, strade, luoghi, monumenti, ecc) e verranno descritti attraverso l'utilizzo di un modello ideato e preparato a livello trans-nazionale

Il modello sarà affiancato da una griglia di criteri adottati per la selezione e valutazione dei casi studio (rilevanza architettonica e sociale per la città / regione, il significato e il livello d'importanza nella storia della città / regione, ecc), e da una guida per la quale le informazioni, supportate da foto e immagini, dovrebbero  essere fornite da ciascun Partner del progetto.

La selezione dei casi studio dovrà essere effettuata attentamente  da ciascun partner (prevedendo   anche la partecipazione di stakeholders ed esperti locali), poiché dai casi studio si costituirà il "materiale" sul quale si progetterà non solo la rotta culturale ma anche i prodotti turistici culturali. l casi studio saranno poi inseriti in una ricerca transnazionale in grado di fornire una visione d’insieme e favorire un confronto.

 

FASE 2

Published in WP

Attività di comunicazione

La Strategia per la Diffusione e Integrazione (DMS-Dissemination and Mainstreaming Strategy-) è stata progettata per diffondere - attraverso strumenti ad hoc – le nuove conoscenze prodotte, i messaggi e la nuova Rotta Culturale presso le comunità locali, agli stakeholders e alla cittadinanza, con particolare attenzione agli aspetti innovativi e contenutistici dell'impatto economico.

La strategia mira quindi a coinvolgere gli attori (a livello locale, nazionale e internazionale) che possono influenzare le politiche e le pratiche in grado di rafforzare il turismo culturale e quindi di favorire uno sviluppo economico sostenibile.

Il progetto intende attuare una strategia diversificata per la diffusione e comunicazione indirizzandosi così ad un pubblico vario e mirato per poter raggiungere con successo gli obiettivi  previsti. Gli interlocutori saranno infatti: i decisori politici, gli amministratori, gli  stakeholders, gli studiosi, i funzionari delle istituzioni locali, le piccole e medie imprese locali, esperti di media e attori della società civile. L' attività di diffusione &  Mainstreaming stimolerà la consapevolezza sui risultati del progetto e avrà la possibilità di avere un impatto positivo su diversi tipi su politiche e mass media diversi.

Grazie all'approccio transnazionale ed il coinvolgimento di 18 Partner provenienti da 11 paesi  diversi, la strategia proposta garantisce la trasferibilità dei risultati a gruppi, settori e aree geografiche diverse.

Infatti, le attività di diffusione &  Mainstreaming sono un elemento fondamentale per il successo del progetto e si realizzeranno per tutta la sua durata permeando tutte le azioni previste. La Strategia, nella sua azione, applicherà la logica della seguente metodologia: a) identificazione del messaggio da diffondere / mainstream; b) identificazione dei destinatari con riferimento al messaggio previsto; c) individuazione degli strumenti adeguati per raggiungere i target; d) elaborazione di un programma di attuazione per rendere operativa la strategia . Tutto questo costituirà il processo da mettere in atto per tutto l'arco del progetto.

Newsletter

collegamenti

www.southeast-europe.net

Official web page of the South-East Europe Programme

mdrl.ro

Official web page of Romanian Ministry of Regional Development and Tourism

www.mop.gov.si

Official web page of Ministry of the environment and spatial planning of Republic of Slovenia

www.programmasee.it

Italian contact point for the South East Europe Programme

More...

scaricamenti

Albanian ATRIUM ID-CARD
Arkitektura e Regjimeve Totalitare në Menaxhimet Urbane...

Bosnian ATRIUM ID-CARD
Arhitektura totalitarnih režima 20. vijeka...

Bulgarian ATRIUM ID-CARD
Dimitrovgrad
Архитектура на тоталитарните режими от 20-ти век в градското управление...


Bolgarian ATRIUM ID-CARD
Sofia
Архитектура на тоталитарните режими от 20-ти век в градското управление...

More...