Southeast Europe Atrium European Union
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/2338131_Monument_to_the_Fallen.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/5122342_House_of_the_Crippled.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/4710634_GIL.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/5393435_House_of_the_Fascist_Party.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/9657506_Colony_marine_Sandro_Mussuolini_of_AGIP.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/6579407_Vecchiazzano.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/9755828_Bruno_Mussolini_Italian_Fascist_Youth_Organization_Air_Force_College.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/7166629_Alessandro_Mussolini_Industrial_and_Technical_Institute.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/77403810_Gran_Hotel_Castrocaro_SPA.jpglink
http://www.atrium-see.eu/ita/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/23373111_Train_Station.jpglink
0 1 2 3 4 5 6 7 8 9
Progress bar

notizie

font size decrease font size increase font size
  • Architecture of Totalitarian Regimes in Urban Managements – ATRIUM

    ATRIUM è un progetto ambizioso che mira a dare maggiore attenzione ad un elemento chiave della storia europea del ventesimo secolo, il patrimonio culturale e la memoria.

    ATRIUM è ambizioso non solo nello scopo, ma anche nella portata e nella natura del suo partenariato. Al progetto infatti partecipano 18 partner provenienti dal Sud-est Europa e sono costituiti da Dipartimenti Universitari e Ministeri, Organizzazioni non governative e Amministrazioni cittadine, portando quindi competenze specifiche ed esperienze diverse al progetto. I partner, provenienti da 11 paesi diversi (Italia, Slovenia, Bulgaria, Ungheria, Slovacchia, Romania, Croazia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Serbia e Grecia) condividono il desiderio di porre l'attenzione, da un punto di vista storico e culturale, sul patrimonio architettonico frutto dei diversi regimi totalitari del XX secolo.

    Uno degli obiettivi principali dei progetti finanziati dall'Unione Europea è di incoraggiare una visione condivisa dell'identità storica e culturale. La natura di questa partnership è quindi un esempio di riconoscimento comune dell'importanza del patrimonio architettonico del ventesimo secolo, e del suo rapporto complesso, contraddittorio e talvolta scomodo con alcuni periodi della storia europea.

    Il punto di partenza del progetto è l'architettura. Infatti, tutti i paesi coinvolti nel progetto possiedono esempi di patrimonio architettonico – edifici e paesaggi urbani- realizzati durante un periodo caratterizzato dalla presenza di regimi politici che, con gradi diversi si possono definire "totalitari", anche se questo termine è caduto un po 'in disuso.

    Il periodo e il contesto storico varia dal 1920 al 1930 dell'Italia fascista agli anni 1950 e 1970 delle società comuniste dell'Europa orientale. Ma il progetto riconosce proprio in questo patrimonio culturale comune l'opportunità di mettere a fuoco e valorizzare esempi di architettura che hanno un comune background teorico e culturale, elementi di interesse da parte degli esperti in architettura a livello mondiale.

    Il nostro obiettivo, come è stato chiarito nella proposta di progetto, è quello di dare maggiore visibilità a questi esempi di architettura razionalista collegandoli insieme come parte di un percorso culturale che possa valorizzare queste tracce architettoniche specifiche.

    Un'altra caratteristica comune dei patrimoni architettonici che abbiamo in programma di riunire è data dalla loro origine storica: i patrimoni sono frutto di regimi politici che sono stati poi ripudiati, e lo sono tutt'ora, in modo inequivocabile.

    Infatti, una caratteristica comune dei regimi autoritari è di governare in maniera centralizzata, e tale forma di governo può favorire maggiori interventi architettonici ed urbanistici in tre modi distinti ma correlati fra loro.

    In primo luogo, tutti i progetti dipendono dal committente e dal finanziamento, e questo è ancora più vero per le grandi opere, che possono essere commissionate da importanti istituzioni pubbliche o private. L'organizzazione e le strutture di governo dei regimi aiutano a semplificare l'aspetto della messa a punto di importanti opere architettoniche. Un aspetto complementare è costituito dal consenso che il potere politico potrebbe voler ottenere col patrocinio e gli investimenti in opere pubbliche.

    In secondo luogo, dopo aver declassato l'importanza simbolica dei luoghi di partecipazione politica, in particolare i parlamenti, i regimi autoritari o totalitari possono desiderare di darsi una maggiore visibilità attraverso opere materiali che costituiscono presenze concrete, tangibili e incontrovertibile nei paesaggi urbani.

    In terzo luogo, da parte dei regimi totalitari, ci può essere l'impulso a "totalizzare" l'esperienza vissuta, di standardizzare e regolamentare il comportamento dei soggetti politici nelle istituzioni (scuole, uffici, istituzioni, centri ricreativi). Questo costituisce un input culturale e sociologico specifico anche per i progetti architettonici.

    Questi tre aspetti si troveranno in diversa misura nei diversi paesi partner, variando quindi da luogo a luogo sulla base dello specifico contesto politico, ma ci auguriamo che questi elementi possano fornire la base comune per un confronto proficuo.

    Il patrimonio architettonico e culturale è spesso valorizzato a livello locale, per la sua storia e la sua rilevanza nel tessuto cittadino. Il progetto ATRIUM mira non solo a mettere insieme queste esperienze al fine di rintracciare aspetti comuni alla base delle diversità esistenti , ma anche a focalizzare l'attenzione sul comune contesto storico generale.

    Ci auguriamo infine, che la rotta culturale che emergerà possa fornire un percorso ai cittadini europei per esplorare il ventesimo secolo, caratterizzato da eventi traumatici, attraverso i paesaggi urbani presenti nelle diverse città.

    Patrick Leech

    Comune di Forlì-Assessore per le Politiche Europee - Relazioni Internazionali - Cooperazione

    Territoriale e Cooperazione Internazionale

Newsletter

collegamenti

www.southeast-europe.net

Official web page of the South-East Europe Programme

mdrl.ro

Official web page of Romanian Ministry of Regional Development and Tourism

www.mop.gov.si

Official web page of Ministry of the environment and spatial planning of Republic of Slovenia

www.programmasee.it

Italian contact point for the South East Europe Programme

More...

scaricamenti

Albanian ATRIUM ID-CARD
Arkitektura e Regjimeve Totalitare në Menaxhimet Urbane...

Bosnian ATRIUM ID-CARD
Arhitektura totalitarnih režima 20. vijeka...

Bulgarian ATRIUM ID-CARD
Dimitrovgrad
Архитектура на тоталитарните режими от 20-ти век в градското управление...


Bolgarian ATRIUM ID-CARD
Sofia
Архитектура на тоталитарните режими от 20-ти век в градското управление...

More...